Diventare un Programmatore LabVIEW: Tempi e Impegno.

Per diventare un programmatore LabVIEW esperto, è necessario dedicare diversi mesi o anche anni al perfezionamento delle proprie competenze. Questo processo include l'apprendimento di funzionalità avanzate come la gestione dei dati, l'interfacciamento hardware e l'ottimizzazione delle prestazioni.

In Bytelabs abbiamo provato a soffermarci sul tema dell’investimento per la formazione di un programmatore LabVIEW.

LabVIEW è uno dei linguaggi sicuramente più rapidi da apprendere, la sua programmazione “G” grafica.

Tuttavia gli utenti che hanno già una formazione tecnica, avranno tempi più rapidi.

Facendo una media e basandoci sulla nostra esperienza i tempi per il solo rendimento CORE sono di circa 3 mesi e permettono di avere una base di ambientamento, conoscenza dei principali paradigmi di programmazione.

Questo livello è sicuramente completo per ottenere il CLAD (associate developer, esame a quiz)

Altri 6/9 mesi serviranno invece per rendersi sufficientemente autonomi, in questo periodo si matura la pratica, quindi con l’affiancamento in u team di progetto o con un tutor esperto si partecipa a progetti facendo piccole parti e via via fino a seguire completaente progetti minori (solitamente basati State Machine o Producer Consumer senza troppi task).

Al termine di questo periodo si è pronti probabilmente per fare il CLD (Certified Developer) che attesta allineamento alle linee guida e quindi una standardizzazione dei metodi di lavoro. Si conoscono bene gli strumenti, e soprattutto si conscono quei trick per risolvere i problemi.

Ultima fase è quella un pò più sviluppata nell’acquisire strumenti di progettazione, analisi dei requisiti e problem solving, da qui inizia il percorso veramente produttivo dello sviluppatore che potrà decidere di perfezionarsi in programmazione embedded (CLED) progettazione di sequenze con TestStand o analisi con Diadem e insomma qui si inizia a diventare effettivi.

Fondamenti Necessari

Prima di immergersi in LabVIEW, è consigliabile avere una buona base di programmazione.

Conoscenze di base come variabili, loop e strutture dati forniscono un buon punto di partenza per l’apprendimento più approfondito di LabVIEW.

Come prepararsi

I corsi NI sono la base didattica migliore per quanto riguarda la parte teorica e le best practice da utilizzare, un percosro CORE (CORE1,2,3) è suggerito a tutti quelli che vogliono presentarsi con un livello di conoscenza LabVIEW e preparare il CLD.

Tuttavia molte volte corsi HANDS-ON con sviluppatori di esperienza, fornisce skill che accellerano anche l’esperienza sulla realizzazione di un progetto.

Preparazione e Risorse

CLD Preparation KIT provvede a fornire tutte le istruzioni sull’esame.

Formazione Ufficiale NI

Corsi HandsON e Consulenza su progetti LabVIEW

Forum NI

Blog LabVIEW

Bytelabs e formazione HandsON

Nel nostro programma di consulenza, offriamo percorsi di training HandsON direttamente su progetti del cliente in cui si lavora a quattro mani, con un tutor a disposizione.

Questo permette una formazione mentre si crea il progetto “On Doing”, e inoltre se le risorse non si sentono ancora pronte di continuare, possiamo intervenire preparando la struttura di progetto, completando e controllando le fasi di progetto, facendo monitoraggio e tutoring sul progetto.

Questo riteniamo sia un grande vantaggio per i nostri clienti che hanno a disposizione un team che garantisce la riuscita del progetto unitamente alla crescita interna del proprio personale dedicato.

ACADEMY Bytelabs

Ogni anno proponiamo un percorso a uno o due neolaureati di UniFE, gratuito di formazione che ha come obiettivo la preparazione al CLD e una buona pratica sui temi legati all’acquisizione dei dati, segnali, sensori, misure e tutto quello che completa un LabVIEW Developer (che diventa anche un pò un Test Engineer in realtà).

Crediamo in questo progetto perchè ci permette di entrare in contatto con le istituzioni locali, e in qualche modo essere presenti sul territorio.

FlexLogger e SPOT per un inserimento immediato

Le persone devono sentire di essere parte di un team e di avere delle responsabilità e accedere da subito a confronti, team ecc.

Abbiamo esplorato che risorse come FlexLogger di NI rendono attivi fin da subito per piccoli progetti riducendo anche una certa noia dell’apprendimento (a nessuno piace leggere i manuali, tutti si appassionano nella pratica).

FlexLogger permette la realizzazione di DataLOgger avanzati con una programmazione basata su configurazione e parametri (NO CODE)

Inoltre con LabVIEW è possibile creare Plugin personalizzati.

Quindi oltre l’utilizzo degli strumenti di NI dove i clienti non hanno necessità particolari, abbiamo creato e usiamo il nostro SPOT (Sequence Plugin Optimize Test) un Test Executive, che si basa sulla registrazione di sequenze con un editor e la realizzazione di semplici VI come singole azioni esecutive, questo oltre ad essere utilizzato e riadattato dai progettisti senior, viene anche utilizzato dagli junior, che realizzano VI semplici ma avendone responsabilità e obiettivi chiari.

SPOT permette di creare VI di azione semplici o complessi che vengono richiamati in modalità Test Executive, questo lo rende più facile da standardizzare , ma anche un ottima scelta per esercitare i ragazzi meno esperti nella configurazione delle sequenze, la creazione di VI Azione, la gestione dei dati e dei report da esportare.

Anche sulla creazione dei documenti descrittivi e indivduazione di bachi questa modalità ci rende particolarmente entusiasti tutti.

Ora puoi approfondire questo argomento con uno dei nostri corsi HandsON.

Protocolli Industriali con LabVIEW

Scoprire i protocolli industriali, come integrarli in labview. In questo corso impararerai a implementare toolkit e librerie, per utilizzare protocolli come ModBus e OPC-UA
Intermedio

Liv. Intermedio

OnLine; Con Istrutttore

3 gg

LabVIEW UI/UX

Lo sviluppo di applicativi per Testing e Misure vede sempre più una necessità di integrare interfacce curate soprattutto in prospettiva dell'utilizzo da utenti meno esperti e nel considerare di ridurre errri e incertezze dovute spesso ad un interfaccia poco chiara e intuitva.
Intermedio

Liv. Intermedio

OnLine; Con Istrutttore

3 gg

Corso LabVIEW StateMachine Pro

Il paradigma di programmazione convenzionale è il data flow. Siamo abituati ad usare il cluster di errore per gestire la sequenza di esecuzione dei nodi in labview. La macchina a Stati, permette di gestire l'ordine di esecuzione condizionato all'uscita dello stato in esecuzione. L'implementazione di questo pattern permette quindi l'integrazione del diagramma di stato e una razionalizzazione dell'applicazione, diventando più flessibile, leggibile e manutenibile.
INTERMEDIO

Liv. INTERMEDIO

In Presenza

1 gg

Scopri i nostri servizi e Prodotti, Contattaci ora!

Altri articoli dal nostro Blog

Per diventare un programmatore LabVIEW esperto, è necessario dedicare diversi mesi o anche anni al perfezionamento delle proprie competenze. Questo processo include l’apprendimento di funzionalità avanzate come la gestione dei dati, l’interfacciamento hardware e l’ottimizzazione delle prestazioni.
LabVIEW, un ambiente di programmazione grafica ampiamente utilizzato per il controllo e l’automazione, offre potenti strumenti di sincronizzazione come eventi, code e notificatori per gestire la comunicazione tra processi paralleli. Tuttavia, quando si affronta la gestione del timeout su funzioni di sincronismo, è cruciale adottare strategie efficaci per garantire la reattività del sistema.