Recentemente abbiamo ultimato su commessa di un importante produttori di sistemi di ventilazione e laboratori AMCA, la seconda camera.

Abbiamo pubblicato l’application notes su ni.com. –> http://sine.ni.com/cs/app/doc/p/id/cs-15978

Il sistema controlla i test di caratterizzazione in camera aeraulica (o camera doppia) realizzata secondo le norme costruttive previste dalle normative AMCA 210/ISO 5801. La prova determina la pressione massima (statica, dinamica e totale) alla quale può arrivare il flusso d’aria, e la quantità massima di aria spostata dalla ventola.

Durante la prova,  sono state effettuate le misure in diversi punti operativi sul flusso d’aria, la pressione, il numero di giri e la potenza assorbita dai ventilatori. Si può variare la pressione statica e la densità dell’aria, agendo sul ventilatore di scarico posto all’interno della seconda camera. Il flusso d’aria è determinato misurando la pressione differenziale attraverso gli ugelli di flusso disposti opportunamente in funzione dello schema adottato. L’utente può disporre la chiusura/apertura di questi ugelli. I valori misurati dai trasduttori vengono rielaborati per la creazione delle curve: portata/pressione; portata/efficienza, portata/potenza, portata/corrente assorbita, portata/RPM, tempo/DT (curva riscaldamento motore). I dati ricalcolati sono salvati anche in forma normalizzata.

Laboratorio AMCA210

Richiesta

Realizzare un laboratorio per lo studio e caratterizzazione di sistemi di ventilazione, conforme allo standard AMCA210-16-ASHRAE 51-16 e ISO5801.
Il cliente progetta e produce, ventilatori centrifughi, plug fan e centraline di filtrazione.
Il test deve essere in grado di caratterizzare in funzione della portata: Prevalenza, Assorbimenti, Velocità per determinare l'efficenza e metterla in relazione ai requisiti ErP "Energy related Products" alla quale, tutti i ventilatori dovranno dal 2013, essere conformi (Regolamento (UE) N.327/2011 della Commissione Europea).
Il sistema deve essere inoltre capace di fornire la caratteristica di riscaldamento del motore.

Soluzione

Erano presenti Alimentatori programmabili e altra strumentazione "stand-alone", che sono stati riutilizzati in quanto ancora efficienti e garanti dei requisiti imposti dagli standard di riferimento in termini di accuratezza.
E' stata quindi integrata una schede di acquisizione multifunzione, con associati i relativi moduli di condizionamento per i trasduttori e gli attuatori.

Il software è stato interamente progettato, secondo le richieste del committente, in labVIEW.

Risultati Ottenuti

Test con possibilità di acquisizione manuale o semiautomatica, registrazione dei risultati su SQLserver e generazione dei report in formato Excel e Html.

Tecnologie Utilizzate

NI LabVIEW; Multifunction DAQ, Power Supply AC programmabile, Power Meter, GPIB, RS232, USB.

Clicca qui
Precedente
Successivo